Tutte le farse di uno scandalo di Stato

Quella di Stefano Cucchi non può essere considerata una storia di giustizia penale tra le tante, solo un po’ più tragica e pietosa. E’ una vicenda nella quale hanno trovato spazio problemi, mancanze, vizi e farse di uno Stato che ancora una volta dimentica la Giustizia per i più deboli. Annunci

De Magistris e quel confine da non varcare

Fa veramente male quando ti ritrovi improvvisamente “dall’altra parte” di una vita passata al servizio della legge e delle sue regole. Ma anche in quello sciagurato caso bisognerebbe continuare a rispettarle con la medesima fiducia che la verità, alla fine, premierà sempre: a prescindere da quanto faccia male umanamente. Altrimenti si finisce con il comportarsi nella…

Aspettando un prossimo “qualcosa”

E alla fine è arrivato anche l’ultimo video messaggio che tutti (???) aspettavano con ansia dopo addirittura uno slittamento di qualche giorno. Poi è arrivato anche il voto della giunta per le elezioni, che è stato esattamente quello che si immaginava da tempo ma comunque ci ha fatto tenere tutti (???) con il fiato sospeso…

I due pesi e le due misure delle banche italiane

” Ci spiace. Ma lei non offre sufficienti garanzie!”. Quanti si sono sentiti dire parole simili a queste recandosi in banca a chiedere un prestito o accedere un mutuo? Non è demagogia, è cronaca quotidiana: che si tratti di risparmiatori, o padri di famiglia, o piccoli imprenditori, la musica non cambia. Pare anzi che le banche…

Ha ragione Berlusconi!

Ha ragione Berlusconi: questo Paese non ha Giustizia! Siamo in una situazione inconcepibile, decisamente da Paese incivile. E va riformata profondamente, a tutti i costi, quanto prima! 

Cose che sarebbero successe / 1

Eccoci nel favoloso mondo dei “ma se”…. Ieri il tribunale di Santa Maria Capua Vetere, presieduto dal giudice Giampaolo Guglielmo, ha respinto la richiesta di scarcerazione presentata dagli avvocati difensori di Nicola Cosentino, nel corso del processo che vede imputato l’ex sottosegretario per concorso esterno in associazione mafiosa. Nicola Cosentino, quindi, dovrà andare in carcere,…

Un Paese omertoso…

L’11 novembre 2010 si spegneva, dopo circa un mese di coma, Luca Massari, un taxista milanese ridotto in fin di vita dai pugni e dai calci di Morris Ciavarella (condannato in primo grado a 16 anni per omicidio volontario), della sua ragazza Stefania Citterio e di suo fratello Piero Citterio (che al giudice confesserà “L’ho…