La zona di mezzo

C’è una fotografia che rappresenta meglio di tutte le altre l’essenza della situazione romana appena scoperchiata dalle inchieste e dagli arresti eccellenti di questi giorni. E’ la foto che raffigura il ministro Poletti presenziare ad una cena svoltasi nel 2010 organizzata da Salvatore Buzzi, figura di spicco nel mondo della cooperazione romana ma, secondo gli inquirenti,…

Astensionismo: analisi da fare e atteggiamenti da rivedere

I tifosi renziani si stizzano di brutto quando si fa notare che un’affluenza elettorale così bassa è preoccupante: “ma non è colpa di Matteo!”. Per qualcuno è colpa degli errori del passato (sempre loro!), per qualcun’altro è “inevitabile in un mondo globalizzato” (sic.). Il fatto è che i dati dell’affluenza in Emilia Romagna e Calabria sono…

Due o tre cose su stile, coerenza e senso

Mi scuso sin d’ora per la lunghezza di questo post ma ho voluto provare a mettere in ordine un po’ di pensieri che mi sono venuti in queste confuse settimane politiche. Pensieri riguardo a tante cose, la coerenza, lo stile, il metodo, l’opportunità: non il merito, perchè su questo, in politica, ognuno ha la sua…

“ok, ma adesso parliamo di cose serie”

Scrive Francesco Costa sul suo Blog: […] ci sono persone, tante, che in questi sei anni sono sempre state in maggioranza, sempre dalla parte del segretario, chiunque fosse, qualunque cosa facesse. Oggi dicono che “tocca a Renzi” e quindi stanno con Renzi, ignorando le loro responsabilità nel disastro, facendo sì con la testa davanti a…

La domanda a cui il PD dovrebbe rispondere

L’altro giorno parlavo delle primarie del PD con un amico, il quale, all’improvviso, mi domanda: “ma perchè dovrei andare a spendere ancora 2 euro per dare il mio voto ad uno che, se perde, non conterà un cazzo, e se vince, viene comunque fottuto nei mesi successivi? L’ho fatto con Veltroni, l’ho fatto con Bersani,…

Questo non è il “mio” PD…

Non era così che doveva essere. Non era così un partito con la pretesa di incarnare un grande movimento riformista doveva comportarsi. Perchè un movimento di tale natura DEVE SEMPRE cercare di stare dalla parte dei cittadini. Anche a costo di compiere scelte difficili. Non è questo il caso dal momento che il voto su…

Una scelta coerente

Superare il momento storico politico che stiamo vivendo richiede un cambiamento radicale e immediato. Un cambiamento forte nella percezione delle proprie responsabilità, nelle abitudini, nell’azione politica, nella gestione della cosa pubblica e nel rispetto di istituzioni e ruoli. Da parte di tutti e in tempi brevissimi. È, del resto, l’unica strada possibile. Ecco perchè il…