E mentre tutti sono occupati a pensare ai “forconi”…

… a Palermo, una mattina di novembre, va in scena un tremendo spettacolo di ingiustizia e violenza che in un Paese normalmente attento, preoccupato del proprio futuro, anche indignato, sarebbe un motivo più che sufficiente per far scendere in piazza migliaia di persone a rivendicare diritti, libertà, giustizia. Noi invece stiamo a guardare i “forconi”…

L’appassionato bibliofilo….

Posso dire che Marcello Dell’Utri ha dato tanto alla cultura politica di questo Paese: appassionato bibliofilo, è stato presidente della commissione Biblioteca del Senato per tanti anni. Stimato dai colleghi di tutti i gruppi (Gaetano Quagliariello, senatore Pdl, comunicato in difesa di Marcello Dell’Utri, appena condannato a 7 anni per concorso esterno in associazione mafiosa).…

La Carovana Antimafia a Como

Ieri era il 1° maggio, e, a fianco delle commemorazioni per la festa del Lavoro, la memoria correva veloce al 1947, al massacro di Portella della Ginestra, quando, durante le celebrazioni del primo maggio, gli uomini agli ordini di Salvatore Giuliano aprirono il fuoro sulla folla uccidendo 11 persone e ferendone gravemente altre 27.

Nella maniera peggiore

Se della vicenda di cui si sta per scrivere si sentirà parlare relativamente poco, è solo perchè al mondo esistono ancora veri grandi uomini, capaci cioè di mettere da parte il proprio orgoglio segnato da offese ingiustamente subite in nome di valori ben più grandi. Ieri, 21 marzo, si celebrava la “giornata nazionale della memoria…

Se così è, non è in nome mio…

Vedo che una parte della rete sta letteralmente impazzendo per questa “rivolta dei forconi” che sta paralizzando la Sicilia.  Blocco dei porti, dei centri di smistamento dei container, dei caselli autostradali: distributori di benzina a secco, autostrade bloccate, supermercati vuoti. La rete tifa per quella che vede come la variante “armata” degli indignatos, la protesta…

Scelte di fondo

E’ di due giorni fa la notizia che nel corso di un blitz anti-mafia operato dalle forze dell’ordine sono finiti in manette 2 candidati in lista per le imminenti elezioni del consiglio comunale di Quarto, in provincia di Napoli: Salvatore Camerlingo, cugino del boss Salvatore Licciardi, accusato di spaccio di droga e detenzione illegale di armi, e Armando Chiaro,…