Astensionismo: analisi da fare e atteggiamenti da rivedere

I tifosi renziani si stizzano di brutto quando si fa notare che un’affluenza elettorale così bassa è preoccupante: “ma non è colpa di Matteo!”. Per qualcuno è colpa degli errori del passato (sempre loro!), per qualcun’altro è “inevitabile in un mondo globalizzato” (sic.). Il fatto è che i dati dell’affluenza in Emilia Romagna e Calabria sono…

Super-Gianluca

Il dopo-elezioni 2014 ci regala una Lega caratterizzata da un rinnovato spirito celodurista come non si vedeva da anni. Il 6 % nazionale (!!!) e la valanga di preferenze personali per Salvini hanno già fatto avanzare richieste circa un referendum per uscire dall’Euro, la cancellazione delle prefetture e la poltrona di sindaco di Milano. Del…

Le Elezioni non sono un “referendum”

Nell’articolo di Davide Vavassori pubblicato sul Blog di Volontà Civile, e dedicato alle bugie propinate nell’attuale campagna elettorale per le Europeee, manca in realtà un’ulteriore menzogna, quella più subdola e fuorviante, che sta dietro a tutto. Più che una bugia è un errore voluto, e cioè quello di trasformare ogni competizione elettorale in un “referendum” su di…

Note a margine di una legge elettorale

Ogni tornata elettorale mi segno mentalmente alcune cose che mi piacerebbe vedere messe in pratica un giorno quando si metterà realmente mano alla legge elettorale. Perchè la riforma elettorale, come del resto altre tematiche (come le “riforme istituzionali” – due cose di cui si parla tanto in queste settimane) sono quelle cose di cui tutti…

l’Incredibile discesa di Antonio Ingroia

Ci sono almeno 3 tentazioni che colpiscono con una particolare frequenza gli uomini pubblici italiani. La prima è quella di credersi “uomini giusti per tutte le stagioni“: ma eccellere nel proprio campo non è automaticamente garanzia di ottenere risultati altrettanto brillanti in altre attività. La seconda è quella di pensare di avere qualsiasi porta e…

Almeno lui no…

In qualunque modo siano andate queste elezioni politiche, possiamo tirare un sospiro di sollievo per una storia emersa durante la campagna elettorale. Perchè quella di Maurizio Grassano è una storia esemplare del basso spessore a cui ci hanno abituato decine e decine di parlamentari italiani. Lo stesso motivo per cui non ce lo ritroveremo candidato…

E’ la prima volta che capito sul sito di Sara R e non so chi sia. Ma le sue parole riassumono perfettamente quello che penso. Non si offenderà se “rebloggo” questo suo pezzo, ringraziandola!