Quei “mea culpa” che non arriveranno mai

Marcello dell’Utri è stato fermato a Beirut nel palese tentativo di non farsi trovare alla data della sentenza del processo che lo vede rispondere dell’accusa di concorso esterno in associazione mafiosa. Io il sig. Dell’Utri ho avuto il “piacere” di incontrarlo una sola volta: era il 30 agosto 2010, in Piazza Cavour a Como, durante…

Cose che sarebbero successe / 1

Eccoci nel favoloso mondo dei “ma se”…. Ieri il tribunale di Santa Maria Capua Vetere, presieduto dal giudice Giampaolo Guglielmo, ha respinto la richiesta di scarcerazione presentata dagli avvocati difensori di Nicola Cosentino, nel corso del processo che vede imputato l’ex sottosegretario per concorso esterno in associazione mafiosa. Nicola Cosentino, quindi, dovrà andare in carcere,…

Ma voi ci credete a Vale in galera?

Nella confusione generale sull’effettiva portata delle norme contenute nella manovra leggo che si propone addirittura l’arresto per gli evasori che nascondono al fisco somme superiori ai 3 milioni di euro. Questa proposta, a mio modesto parere, è solo l’ennesima colossale vaccata che non sarà assolutamente un deterrente all’evasione piccola o grande. Questo per alcuni semplici…

La fede ritrovata…

Ha pregato intensamente Alfonso Papa, in religioso e assorto silenzio, per le ore prima della votazione alla camera che ne ha consentito l’arresto. Chissà se pregava per sè, il cattolico onorevole, o per la sua (estesa) famiglia? Per la moglie Tiziana, sempre e comunque al suo fianco? Per la bionda Luda (Ludmila), trentacinquenne ucraina conosciuta…

Scelte di fondo

E’ di due giorni fa la notizia che nel corso di un blitz anti-mafia operato dalle forze dell’ordine sono finiti in manette 2 candidati in lista per le imminenti elezioni del consiglio comunale di Quarto, in provincia di Napoli: Salvatore Camerlingo, cugino del boss Salvatore Licciardi, accusato di spaccio di droga e detenzione illegale di armi, e Armando Chiaro,…

Una scelta coerente

Superare il momento storico politico che stiamo vivendo richiede un cambiamento radicale e immediato. Un cambiamento forte nella percezione delle proprie responsabilità, nelle abitudini, nell’azione politica, nella gestione della cosa pubblica e nel rispetto di istituzioni e ruoli. Da parte di tutti e in tempi brevissimi. È, del resto, l’unica strada possibile. Ecco perchè il…