Mafia, notizie e domande

La domanda che bisognerebbe porsi, una volta tanto, con serenità è alla fine una sola: quanto ancora si è disposti ad accettare notizie come quella di stamattina. http://www.laprovinciadicomo.it/stories/como-citta/le-mani-dei-clan-sulle-impreseblitz-nel-comasco-e-in-brianza_1255821_11/ La domanda non è “quantitativa”:la cronaca fa scalpore, ovviamente (27 ordinanze di custodia), la vicenda farà il suo corso; è possibile che alcuni sospetti vengano confermati, che…

Manutenzione

Abito di fronte ad un istituto scolastico, una scuola superiore. Mi capita di osservarne la facciata semplicemente guardando fuori dalla mia finestra. Per cui è facile accorgersi ogni tanto di qualcosa che non va come dovrebbe. Ad esempio una luce accesa durante un week end. Ad esempio una finestra lasciata aperta durante un ponte nel…

Credevamo di essere al sicuro (*)

L’ombra l’unga della criminalità organizzata dietro ai fatti di Guanzate e Cermenate: una doccia fredda (l’ennesima) per un territorio che continuava a ripetersi di essere estraneo a certi problemi Minacce di morte ad amministratori pubblici, colpi di pistola nel cuore della notte, cadaveri sepolti in giardino. Succede a pochi chilometri da noi, dalle nostre case, dalla…

La Costituzione e la legge (ma a proprio piacimento): un anno dopo.

E’ settembre a Cantù: bentornati fascisti! Per il secondo anno di seguito il Comune di Cantù concede un’area pubblica ad un raduno delle forze di estrema destra. Ed è ancora più pericoloso perché la ripetizione normalizza e fa percepire le cose come meno gravi. In pratica se ne assimila la presenza, primo passo perché un evento…

Il paradosso di Bisignani

L’oretta e mezza di presentazione del libro di Luigi Bisignani (invitato a presentare il suo ultimo romanzo “il Direttore” nell’ambito di Parolario, rassegna che così conferma una consolidata esperienza) è un mix di aneddoti, giudizi sulla realtà politica, nostalgia della buona vecchia prima repubblica, previsioni sul futuro immediato dell’Italia. Non una domanda, al massimo qualche accenno molto…

Quei “mea culpa” che non arriveranno mai

Marcello dell’Utri è stato fermato a Beirut nel palese tentativo di non farsi trovare alla data della sentenza del processo che lo vede rispondere dell’accusa di concorso esterno in associazione mafiosa. Io il sig. Dell’Utri ho avuto il “piacere” di incontrarlo una sola volta: era il 30 agosto 2010, in Piazza Cavour a Como, durante…

Libera/ Como ultima nella trasparenza sanitaria (*)

Libera/ Como ultima nella trasparenza sanitaria. (*da Ecoinformazioni.wordpress.com) A Como spetta il fanalino di coda nella classifica della trasparenza delle strutture lombarde. L’ospedale Sant’Anna, infatti, se da un lato ha pubblicato on line i curriculum dei propri dirigenti, dall’altro non ha ancora provveduto a stilare, o per lo meno a pubblicare, il proprio piano triennale…