Poco futuro all’orizzonte


La Leopolda di Renzi si dimentica (o quasi) di corruzione e di lotta alle mafie, il M5S parla di una “mafia che aveva una moralità e non uccideva i bambini”. Se questa è la politica che guarda al futuro, c’è poco da stare allegri.Sono emblematiche le immagini e – più che altro –  le parole del week end politico appena concluso. Da Firenze a Palermo, tra la Leopolda 2014 e il ritorno di Beppe Grillo in Sicilia, si è assistiti allo scontro a distanza tra due forze politiche e due leader che ambiscono ad avere un ruolo in un riscatto dell’Italia su tutti i fronti, guardando speranzosi e lanciando sfide per il futuro.

Ma quali sfide? quali prospettive?

Alla Leopolda si poteva discutere in 100 tavoli tematici gestiti da “100 autorevoli relatori per ognuno dei temi più caldi in discussione: ministri, parlamentari, specialisti ed esperti” come recita il sito ufficiale della manifestazione perchè questi tavoli “sono le idee per il futuro” come invece afferma Renzi dal palco. E’ Europa a riportare l’elenco completo dei tavoli con i nomi dei relatori. Moltissimi gli argomenti meritori, qualcuno più specifico di altri, qualche altro abbastanza curioso (“Vestiamo all’Italiana”, “Dove va il nostro cinema”, “i diritti dell’amore”, “libera musica, libera mente”). Eppure di 102 gruppi di discussione, solamente 2 (!!!) affrontano – in maniera peraltro abbastanza generica – le tematiche della legalità e della criminalità. Uno parla di “comuni in rete per la legalità” e l’altro parla genericamente di “lotta alla criminalità” coordinato dalla parlamentare Pina Picerno. Sicuramente trasparenza e corruzione saranno stati temi trasversali presenti in tutti gli altri tavoli eppure, se la sfida di questi tavoli era quella di progettare idee per il futuro, lascia abbastanza perplessi che temi come la legge sulla corruzione, il conflitto di interessi, i reati economici e finanziari, la legge sull’autoriciclaggio, la responsabilità penale dei politici e tanti altri non abbiano trovato accoglienza in questi dibattiti quali “idee” da lanciare per il futuro. Credo che serva davvero a poco dare poi la parola a Raffaele Cantone o a Pif per qualche minuto a testa se non si ritiene che la mancanza di legalità e di trasparenza siano alla base di tanti disastri perpretrati nel passato e nel presente italiano.

Nell’altra piazza, che non era quella della CGIL a Roma, è andato in scena il ritorno di Beppe Grillo dopo la mezza debacle della manifestazione al circo Massimo. Sarà stata forse l’ansia di recuperare un po’ della brillantezza di un tempo che ha portato il leader del M5S a dire che “La mafia non ha mai messo le bombe nei musei o ucciso i bambini, la mafia, prima di incontrare la finanza, aveva una sua moralità“. Rispolverando un consolidato repertorio (da “la politica è peggio della mafia” a “i mafiosi non strangolano i propri clienti”) Grillo è tornato a minimizzare la presenza della criminalità organizzata, tra banalizzazioni (“la mafia se ne è andata dalla Sicilia”), solenni castronerie (“la mafia non uccideva i bambini” con buona pace del povero Giuseppe di Matteo e di tanti altri), e confidando nella fuorviante immagine di una mafia buona contro una mafia cattiva. Il tutto tra l’acclamazione del pubblico a cinque stelle che ancora una volta confermano di non possedere alcuno spirito critico.

Visto che il PD renziano e il M5S saranno presumibilmente le maggiori forze politiche a contendersi le prossime competizioni locali e nazionali è sconcertante constatare che problemi tra i più gravi che affliggono il nostro Paese siano trattati ancora una volta con sufficenza, distacco e banalità, nonostante i segnali d’allarme a cui assistiamo, distanti e impotenti ogni giorno. Se questi sono gli impegni politici per il futuro, è molto difficile che potremo assistere a qualche cambiamento radicale.

PS. Per fortuna questo week end c’è stata anche una “terza piazza”: quella di Contromafie!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...