Arrivano gli esperti


E’ passata un po’ sotto silenzio l’ennesima fatica politico-organizzativa del vulcanico Domenico Scilipoti: un convegno sul “signoraggio bancario”, uno dei temi che più appassiona il leader del MRN. L’importantissimo avvenimento non poteva non prevedere relatori altrettanto importanti.

A cominciare da Alfonso Luigi Marra, presentato “Filosofo, giurista, avvocato, specializzato in cause contro le banche“, ma soprattutto  autore de “il labirinto femminile” il libro al limite dell’incomprensibile per la cui promozione erano stati scelti Manuela Arcuri, Lele Mora, Ruby e la sua nuova fiamma Sara Tommasi, su cui torneremo. Da una sua intervista un ritratto particolarmente accurato del soggetto.

Segue poi il prof. Claudio Moffa, divenuto sciaguratamente celebre per le posizioni negazioniste che esprime durante i propri corsi all’università di Teramo.

Non mancano tre (ben tre!) interventi dell’illuminato organizzatore: apertura, chiusura e un intervento in veste di “specialista in ginecologica e ostetricia, oncologia clinica, agopuntura e maxibustione, fitoterapia“, per parlare, ovviamente, di banche.

Non manca qualche pennellata di nero: fallita la liason con i neofascisti di Saja la parola spetta a Luca Romagnoli, segretario del MS-Fiamma tricolore, altro bel negazionista, presentato come “onorevole” benchè non lo sia più dal 2009.

Ma soprattutto, la Dott.ssa Sara Tommasi, “esperta di finanza” probabilmente per grazia ricevuta. Celebre per saltare dai calendari, al letto di questo o quel calciatore, ad interviste focose, è stata letteralmente folgorata dalla passione politica, trasmessale dalla sua ultima fiamma, il sopraddetto Marra, appunto, tanto da dedicare tutto il suo impegno alla lotta contro lo stapotere bancario occulto. In effetti di complotti la fanciulla se ne intende: nel febbraio 2011 rilascia un’intervista nel corso della quale dichiara di essere vittima di non ben precisati persecutori, che le sarebbe stato impiantato nel corpo un microchip e che sarebbe stata drogata anche per fini sessuali. Non è uno scherzo: la colpa sarebbe di oscuri servizi segreti che evidentemente in ufficio si annoiano a morte. Forse è per questo che la poverina ha sviluppato una insolita propensione a spogliarsi ogni 5 minuti: davanti ad un bancomat, al ChiambrettiNight (persino uno dei templi del trash ha ritenuto opportuno cacciarla) e anche per strada, prima del prestigioso convegno.

Lei rivendica il suo comportamento: nuda contro le maschere e l’oscurantismo delle banche. Oppure, molto più semplicemente, si sarà resa conto che una partecipazione all’isola dei famosi e qualche paparazzata qua e la non riescono a tenere il passo di colleghe ben più chiacchierate.

Qualunque sia la risposta non credo però che ci siano dubbi sulla provenienza dei soldi accorsi per finanziare un’iniziativa di tale livello, vero On. Scilipoti?

Annunci

4 pensieri su “Arrivano gli esperti

  1. Il titolo di onorevole rimane a vita. Sara Tommasi è laureata alla Bocconi, anche se ha idee diverse da Mario Monti. Legare il negazionismo alla critica alle banche che creano denaro dal nulla impoverendo la società è – come tutto il tono dell’articolo – un tentativo maldestro di screditare chi come può cerca di opporsi alla bancocrazia totalitaria che, evidentemente, tanto piace a chi ha scritto il pezzo…

    • Gentile Marco, io non scredito, constato che questi soggetti si screditano da soli con i propri “meriti”, le proprie dichiarazioni e le proprie azioni. Il senso dell’articolo non è quello di parlare di banche, per carità, per quello ci pensano già tante altre persone. Il senso dell’articolo è dimostrare quanto sia in pericolo la decenza della nostra società, nel momento in cui prendiamo soggetti impresentabili e li investiamo di credibilità. Chi vuole combattere le banche seriamente parla di finanza etica, di sostenibilità nei consumi, di stili di vita alternativi e consapevoli, di distretti di economia solidale (ha una vaga idea di quello che sto dicendo?), di certo non va in giro a mostrare le proprie gioie davanti ad un bancomat o a sclerare in prima serata a Mi manda RaiTre. Poi, se Lei sostiene che rivendicare una classe politica seria, preparata, sobria, concreta, sul modello di quella tedesca che chiede le dimissioni di un ministro perchè gioca a sudoku, (tutte cose che a lei non fanno né caldo né freddo, evidentemente) significa compiacere “la bancocrazia totalitaria”, male oscuro saltato fuori più o meno a dicembre 2011 o poco prima (di cui nessuno diceva nulla fino a pochi mesi fa), beh… pensi un po’ quello che vuole pensare. E una questione di punti di vista e soprattutto di valori, su alcuni dei quali non si dovrebbe transigere. Io di sicuro non transigo.

      • Mi scuso, Dott. Saba, ho scoperto solo dopo che lei è parte in causa della questione (per cui ogni replica possibile suonerà probabilmente come inutile) e convinto sostenitore dell’On. Marra, il quale gode di un titolo che, ha fatto bene a ricordarmi, rimane tutta la vita, mica stiamo scherzando! Cordiali saluti.

  2. Pingback: I tre giorni dell’esperienza « Stemctost's Blog

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...