Una responsabilità da 297mila euro.


Sono il primo a sostenere che se un lavoro comporta grandi responsabilità, allora debba essere pagato altrettanto proporzionalmente: tanto nel privato, quanto nel pubblico. Nella struttura del Comune di Como c’è una persona che di responsabilità, almeno sulla carta, ne ricopre tante. E’ il Direttore Generale, ossia il capo di tutti gli uffici comunali, ne segue e gestisce l’attività coordinandola con i lavori e le disposizioni della parte politica (Sindaco, Assessori, Consiglio) della stessa struttura. A Como risponde al nome di Nunzio Fabiano: la sua dichiarazione dei redditi rivelava una somma di circa 297mila euro per il 2010 (ci si augura sulla scorta di parametri oggettivi fissati per legge). Ci si aspetterebbe che da tanta responsabilità, suggellata da tale, principesco, compenso, derivasse altrettanta serietà e solerzia nello svolgere il proprio ruolo. La smentita, invece, è arrivata puntuale, nei fatti, nel pieno svolgimento della sua funzione: l’ultima seduta della commissione Patrimonio del Comune.

All’ordine del giorno spiegazioni e chiarimenti circa il recente scandalo dei box auto comunali concessi a prezzi di favore a conoscenti ed amici negli anni passati. Una storia di piccoli interessi e favori nel tipico stile italiano: anni e anni di situazione stagnante, di illecito reiterato, senza alcun controllo, cambiamento, sospetto. Insomma, il classico : “Tanto lo fanno tutti”.

Di fronte alle cifre e alle testimonianze che emergono lo sdegno è unanime e bipartisan: si parla di garages dati ad 1/4 del canone annuo di affitto, di dirigenti comunali direttamente coinvolti, di situazioni già denunciate all’inizio degli anni ’90 senza che venisse preso nemmeno un provvedimento, (se non per altro, almeno per dovere). Tutti i consiglieri presenti, all’unanimità, si mettono a chiedere spiegazioni al Segretario. Non perchè lui fosse in qualche modo responsabile di questa situazione, ci mancherebbe, non era nemmeno assunto all’epoca dei fatti contestati, ma perchè ci si aspetta rientri nella sua funzione il fatto di avere sempre controllati tutti gli impegni economici degli uffici a lui sottoposti. L’affitto di un garage, di una stanza, di una soffitta, qualora siano di proprietà comunale, rientra, a mio modo di vedere, nelle conoscenze che un dirigente, nella sua posizione, deve necessariamente avere.

Le risposte sono disarmanti. Per uno scandalo che affonda le proprie radici in decenni di inerzia degli uffici pubblici, il nostro superstipendiato dirigente non riesce ad andare oltre al: “Pare che”, “sembrerebbe che questa sia la situazione”, “Forse è cosi'”, ” ho disposto dei controlli nei prossimi giorni” fino ad arrivare ad affermare di fronte alla domanda di un consigliere sul perchè, sebbene la situazione fosse conosciuta da anni, non si fosse fatto nulla in questione: “In una delle carte in cui mi sono imbattuto – ha detto – ho trovato un appunto dell’allora dirigente del settore Patrimonio (si parla del 1994, ndr) che chiedeva l’adeguamento del canone (da 600mila lire a un milione e 200mila), ma l’assegnatario non si è presentato”. Insomma abbiamo: un Comune che per anni e anni ha lasciato correre situazioni di comodo per amici e dipendenti, una classe, ormai in pensione, di dirigenti che organizzavano questo sistema in modo tale da poterne usufruire anche in pensione, un attuale super-dirigente che, malgrado siano passati ormai anni dal suo insediamento, fatica ancora a muovere un dito, a disporre una ricognizione esatta della situazione e a prendere provvedimenti (a cominciare da chiedere agli interessati di pagare il dovuto). E se lo fa, lo fa solo quando cominciano a comparire i titoli sui giornali. E si che, non più tardi di 2 mesi fa, si era anche sforzato di spiegarci che il suo stipendio era meritato. Come no, meritatissimo!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...