Lo strano caso del dottor Jekyll e del signor Hyde


Magari anche lui beve lo strano intruglio capace di trasformare il timido dr. Jackyll nel suo alter ego malvagio. E devo dire che se la spiegazione fosse così semplice ci sarebbe quasi da trarre un respiro di sollievo.

Ma temo che il vice ministro Castelli purtroppo non si sia dotato di recente di misture chimiche da assumere.

Fatto sta che nel giro di pochissimo tempo sia passato dal dichiarare “Credo che la Lega Nord possa e debba nel prossimo disegno di legge di riforma costituzionale chiedere l’inserimento della croce nella bandiera italiana” per “per battere l’ideologia massonica e filoislamica che purtroppo attraversa anche le forze alleate della Lega”, fino a dire invece che  “Tettamanzi fa parte di quella corrente di pensiero della Chiesa relativista, mondialista. […]. È un classico esempio di clericale di sinistra”.

Bisogna pur dire che è in buona, ottima compagnia. Dall’editoriale sulla Padania che si domandava se fosse un “Cardinale o imam? Se lo chiedono in molti. Tettamanzi la città la vive poco” al ministro Calderoli che rincarava«Tettamanzi con il suo territorio non c’entra proprio nulla. Sarebbe come mettere un prete mafioso in Sicilia»mentre il gran capo Bossi inaugurava felice un presepio a Palazzo Marino a Milano sottolineando come “La tradizione è in pericolo e va difesa[…]. Se facciamo venire troppa gente che porta le proprie tradizioni non resta più niente della nostra tradizione” riuscendo ad abbracciare e distruggere San Francesco d’Assisi nel breve spazio di una frase.

Tutti novelli dr. Jakyll a piede libero pronti a divenire Hyde scandalizzandosi in determinate occasioni come al riguardo della sentenza sui crocefissi (Ricorso LAUTSI c/ITALIA n. 30814/06) dalle quale parlano talmente tanto da non conoscerne nemmeno la portata e i contenuti né le funzioni e le prerogative dell’organo che l’ha emanata.

L'(ormai) antica mania di essere cattolici a orologeria non si ferma!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...